WALA Arzneimittel
Guida salute del bambino - Prima infanzia

Prima infanzia

Basi per essere in salute tutta la vita

La prima infanzia si identifica nella fase fra l'età neonatale e la seconda dentizione. In questa età, a poco a poco, i bambini scoprono il mondo. Essi imparano per imitazione. Anche il vostro bambino ora osserverà attentamente il vostro modo di vivere la vita. L'imitazione dell'agire significativo degli adulti e le impressioni tratte dalla percezione sensoriale hanno effetti profondi sull'organismo del bambino, che arrivano a interessare lo sviluppo degli organi. Così si costruiscono le basi per essere in salute tutta la vita.

Ma fa parte di questo passo nello sviluppo anche il fatto che il vostro bambino può ammalarsi frequentemente. Non sono inconsuete fino a 12 infezioni all'anno.

Il senso delle malattie infantili

Le malattie dell'età infantile hanno un compito importante: sostengono un bambino nel compenetrare completamente il proprio corpo e adeguarlo ai propri bisogni.  Lasciate al vostro bambino il tempo di essere malato. E anche voi, prendetevi del tempo per il vostro bambino malato. Perché è fondamentale che possa superare la propria malattia sentendosi bene accudito. Questo rinforza sia il suo sistema immunitario che le sue forze di autoguarigione. E proprio dopo le affezioni febbrili, osserverete spesso dei veri e propri salti nello sviluppo del vostro bambino guarito.

Occhi

Congiuntivite

Spesso le congiuntiviti insorgono in concomitanza con una malattia infettiva. Anche il vento freddo, l’eccessiva irradiazione solare, i pollini o un'allergia ai peli animali possono scatenare una congiuntivite.

Cosa aiuta in caso di congiuntivite?

Medicinali che possono aiutare

Instillate WALA Euphrasia gocce oftalmiche monodosi nell'occhio irritato. Affinché le gocce oftalmiche si distribuiscano al meglio, il vostro bambino dovrebbe, per quanto possibile, tenere l'occhio aperto per un momento e muoverlo. Magari potete aiutarlo dirigendo, per esempio, il suo sguardo con un pupazzetto. Se il vostro bambino chiude forte gli occhi, potete instillare le gocce anche sulla rima ciliare degli occhi chiusi.

Congiuntiviti nei bambini piccoli - quando consultare il medico?

  • In caso di disturbi forti, non chiari o persistenti
  • Se i sintomi non migliorano
  • Se si sospetta una lesione a causa di corpi estranei, dovreste immediatamente consultare un medico

Pancia

Dolori alla pancia e nausea nei bambini piccoli

Durante l'infanzia, i dolori alla pancia e la nausea sono un sintomo frequente e dai molteplici significati. Le infezioni gastrointestinali e le allergie alimentari possono causare dolori addominali così come sovraccarichi psichici e fisici e irritazioni, per esempio un'esperienza scioccante. I bambini reagiscono molto più intensamente - fino a interessare la sfera fisica - rispetto agli adulti. Nella maggior parte dei casi, i loro dolori addominali non mostrano disturbi gravi.

Cosa aiuta in caso di dolori alla pancia e nausea?

Calore e attenzioni.
Una borsa dell'acqua calda e un sacchettino di semi di ciliegia è sempre una valida scelta. Se frizionate il pancino del vostro bambino con un olio vegetale pregiato (per esempio, olio d'oliva o olio di semi di girasole) eseguendo i movimenti in senso orario, diffondete calore benefico e stimolate la peristalsi.

Dolori alla pancia e nausea - quando consultare il medico

  • I disturbi digestivi nei bambini sotto i 12 anni andrebbero generalmente acclarati da un medico
  • In caso di disturbi forti, non chiari o persistenti
  • Se il vostro bambino lamenta di avere dolori non solo indistintamente intorno all'ombelico, ma con il dito indica con precisione anche un altro punto dell'area addominale
  • Se nei movimenti spontanei è impedito, per esempio, riesce a camminare solo piegato o rifiuta persino di muoversi
  • Se in seguito a evidenti dolori addominali deve vomitare
  • Se è marcatamente pallido
  • Se il dolore diviene talmente forte che il bambino interrompe qualsiasi altra attività
  • Se insieme ai dolori addominali insorgono febbre alta, fiato corto o altri sintomi di una malattia più seria

Diarrea e vomito

Diarrea e vomito nei bambini piccoli

La diarrea può insorgere quando virus o batteri infettano lo stomaco e l'intestino o quando un bambino non tollera (ancora) bene determinati alimenti come, ad esempio, le pesche o il latte, oppure se lo svezzamento è stato troppo repentino. Anche alcuni additivi hanno un impatto, talvolta notevole, sull'intestino (ad esempio, i conservanti). Talvolta i disturbi hanno origini psichiche. Quando i bambini hanno paura e non riescono a gestirla o ad esprimerla, spesso reagiscono con la diarrea. In presenza di malattie gastrointestinali di natura infettiva, spesso la diarrea è accompagnata dal vomito.

Ma anche il vomito può avere molte cause. Non di rado questo sintomo insorge proprio in vacanza, dovuto, magari, al lungo viaggio e all'alimentazione inusuale nel luogo di vacanza. Ma anche i compleanni dei bambini, sovraccarichi ed esperienze psichiche scioccanti possono scatenare il vomito.

Cosa aiuta in caso di diarrea e vomito?

Liquidi.
Pensate per prima cosa ad un sufficiente ricambio di liquidi: per esempio, proponete al vostro bambino una tisana al finocchio allungata porgendogliela con il cucchiaino.

Dieta.
Non appena il vostro bambino torna a mangiare qualcosa, potete iniziare a proporgli del riso chiaro, avena o riso in bianco passati e, come verdura, delle carote. A seguire purea di mela fresca, fette biscottate e, per il momento, un po' di yogurt al posto del latte. Ritornate lentamente ad un'alimentazione normale perché, all'inizio, il vostro piccolo paziente riuscirà a digerire proteine e grassi soltanto con difficoltà. Solo molto alla fine torneranno nuovamente sul menù latte intero, cibi grassi e dolci.

Diarrea e vomito - quando consultare il medico?

  • In caso di disturbi forti, non chiari o persistenti
  • Se dopo un giorno non subentra alcun miglioramento
  • Se il vostro bambino soffre di vomito acuto con febbre alta, forte sensazione di malessere, ovvero stato generale visibilmente compromesso, forti dolori e spiccata perdita di liquidi
  • In caso le cause del vomito siano indipendenti dalla digestione. Per esempio, se il vostro bambino è caduto sbattendo la testa

Dormire

Irrequietezza e disturbi del sonno nei bambini piccoli

Se un bambino non riesce a calmarsi, è probabile che dipenda dalle troppe sollecitazioni. Già da piccoli, i bambini hanno spesso un programma pieno, sono sottoposti ai ritmi di vita veloci del proprio ambiente e ai diversi media. Anche una programmazione della giornata priva di ritmi, conflitti familiari e le relative ansie possono indurre disturbi del sonno.

Cosa aiuta in caso di nervosismo e disturbi del sonno?

Calma e ritmo.
I bambini piccoli hanno molto più bisogno di calma dei bambini più grandi o degli adulti. Per averne riguardo, la famiglia dovrebbe riservarsi dei tempi che siano il più possibile privi di sollecitazioni e di obblighi. Un andamento della giornata strutturato e un ambiente equilibrato favoriscono un sonno tranquillo. Magari potreste introdurre un piccolo rituale subito prima di andare a dormire: cantando o leggendo qualcosa al vostro bambino affinché si addormenti tranquillo con immagini positive nella mente e la vostra voce fidata nell'orecchio.  Dovreste risolvere il problemi, laddove possibile, prima di essere accanto al lettino, in modo che alla fine della giornata non vi sia più alcuno spazio per le preoccupazioni.

Calore. 
Il calore è molto importante e propizio ad un sonno tranquillo. Se il vostro bambino fa il bagno volentieri, prima di andare a dormire è il momento perfetto per un bagno rilassante in acqua calda a 37° C con qualche goccia di olio di lavanda. In ogni caso, dovreste fare attenzione che i piedi siano caldi e, all'occorrenza, infilare le calzine al vostro bimbo quando è a letto.

I consigli generali qui indicati non costituiscono alcuna base per l'autodiagnosi o l’autotrattamento medico. Non possono sostituirsi a una visita medica.

Contenuti che potrebbero interessarle