WALA Arzneimittel
Ratgeber Äußere Anwendungen - Hand- und Fußbäder

Mani e pediluvi

piccole cure da fare in casa

Anche se si immergono “solo” le mani nell’acqua al limone o si fa un pediluvio nella lavanda si sta eseguendo un’applicazione terapeutica. A seconda della temperatura dell’acqua e dell’aggiunta all’acqua con mani e pediluvi si possono prevenire molti disturbi e malattie comuni.

Istruzioni di base mani e pediluvio

  • Per il maniluvio riempire una ciotola, per il pediluvio un secchio grande o una vaschetta in plastica con abbastanza acqua sufficiente a raggiungere i polpacci (entrambi i piedi devono avere abbastanza spazio nel recipiente)
  • Se non diversamente indicato scegliere acqua a temperatura ambiente (quindi 37 gradi)
  • Come additivo da bagno si possono usare diversi oli
  • Per il pediluvio cercare un posto comodo dove sedersi e poggiare un grande asciugamano sulle ginocchia per catturare il calore in salita

“Con un pediluvio si influenza sempre il metabolismo di tutto il corpo. Perché il piede è una rappresentazione di tutto il corpo.”

Gerda Zölle, Consulenza specialistica professioni infermieristiche da WALA

Che tipo di bagno è indicato per quando?

In generale vale la regola: Un maniluvio è adatto per l’anima, un pediluvio per il corpo. Mentre un maniluvio è facile da integrare nella vita di tutti i giorni, un pediluvio ha bisogno di più spazio e di più tempo. Altrimenti valgono le stesse raccomandazioni per entrambe le forme di bagno. Le temperature raccomandate sono valori indicativi, puoi anche aumentare leggermente la temperatura del mani o pediluvio se sembra più piacevole.

“Solo le persone che soffrono di vene varicose devono essere caute e provare se traggono davvero beneficio dai bagni e non possono mai scegliere una temperatura più alta di 37 gradi.”

Gerda Zölle, Consulenza specialistica professioni infermieristiche da WALA

Additivi di comprovata efficacia e temperature dei bagni

  • Raffreddore: Eucalipto, 37 gradi
  • Cistite: Eucalipto, 39 gradi
  • Mal di testa e disagio interno: Lavanda, 37 gradi
  • Stimolare la circolazione, estremità fredde: Rosmarino, 37 gradi
  • Febbre, gambe stanche: Limone, temperatura circa 2 gradi inferiore rispetto alla temperatura corporea
  • Eccessiva sudorazione: Salvia, 37 gradi
  • Dolori muscolari: Arnica, temperatura dell’acqua a piacere
  • Spossatezza: Rosa o prugnola, temperatura dell’acqua a piacere
  • Rasserenare l’umore: Iperico, temperatura dell’acqua a piacere
  • Nervosismo psicologico: Limone, 37 gradi

Imbattibile ai primi sintomi di raffreddore: un pediluvio ascendente

Se si è davvero raffreddati o bagnati fino alle ossa con un pediluvio ascendente si può stimolare il proprio organismo di calore. Concedetevi questa applicazione ai primi sintomi di un raffreddore, non però se si è nel mezzo di un’influenza, perché il pediluvio costa fatica al corpo.

Ecco come si fa
Prendetevela comoda davanti a una ciotola o a una vaschetta di acqua calda (ca. 33 gradi). Se se ne sente il bisogno mettersi una coperta sulle spalle per mantenere la parte superiore del corpo ben calda. Mettere in acqua i piedi e aggiungere (con cautela) piano piano un po’ di acqua bollente fino a raggiungere una temperatura di ca. 40 gradi. Si può usare un thermos oppure la doccia - l’importante è controllare sempre la temperatura del pediluvio con un termometro da bagno. Sarete sorpresi di come percepirete la temperatura a seconda del vostro stato di calore. L’intera applicazione dovrebbe durare da 10 a 15 minuti. Tenere quindi i piedi al caldo con delle calze di lana e se possibile concedersi altri 15 minuti di calma.

Per alcuni dei pediluvi proposti, invece di un olio dalla farmacia, si può anche usare un additivo bagno del Dr. Hauschka.

Contenuti che potrebbero interessarle