WALA Arzneimittel
Guida - Stagione dei raffreddamenti

Guida - Stagione dei raffreddamenti

Perché il caldo è più importante del freddo?

Il termine "raffreddamento" evidenzia come il freddo sia responsabile di tosse, raffreddore, mal di gola e mal d'orecchie. Ma il solo freddo, di per sé, non ammala. Tuttavia può indebolire le difese e facilitare così l'accesso ai virus da raffreddamento attraverso il naso o la bocca. Ecco allora che la cosiddetta infezione influenzale inizia a fare il suo corso. Il calore è essenziale in tutte le fasi del raffreddamento. Per poterlo alleviare, o per prevenire un raffreddore.

In caso di raffreddamento, il calore è la vostra fonte di forza.

Fin quando avrete calore a sufficienza dentro di voi, potrete fronteggiare al meglio il freddo all'esterno. Nel semestre invernale, tuttavia, basse temperature, pioggia, neve o vento freddo mettono particolarmente a dura prova il vostro organismo di calore. In queste circostanze, per poter mantenere il vostro corpo alla temperatura interna di 37 °C, la circolazione nelle braccia e nelle gambe, ma anche nelle mucose della gola, del naso e del cavo orale, viene ridotta. Lì, le vostre difese non possono più lavorare in modo ottimale, rendendosi soggette alle infezioni. Se adesso non vi mantenete al caldo e le vostre mucose vanno seccandosi sempre di più per via dell'aria riscaldata, i virus da raffreddamento hanno gioco facile. Raggiungono il corpo per via orale e nasale, dove sono la causa dei classici sintomi da raffreddamento: mal di gola, raffreddore o tosse. Queste sono reazioni ragionevoli del vostro corpo per liberarsi nuovamente degli agenti patogeni. E sono segnali per voi, affinché vi prendiate cura attivamente del vostro organismo di calore.

Anche stress, preoccupazioni o tensione in eccesso – come forma di raffreddamento psichico – possono indebolire il vostro organismo di calore e favorire un'infezione. Questa è la ragione per cui, ai primi segni di raffreddamento, dovreste tenere sott’occhio anche il vostro "calore interno", pretendere meno da voi stessi e godervi più pause di riposo.

Il vostro personale organismo di calore

Per noi esseri umani, il calore ha sia un aspetto fisico che un aspetto psicologico: si misura con il termometro, ma si misura anche nel fatto che ci "scaldiamo" con altre persone o ci "infiammiamo per qualcosa" dall'entusiasmo. Il calore vive in noi, con il suo aiuto lo attiriamo fino alla punta delle dita del nostro corpo ed entriamo in contatto con il nostro ambiente circostante. È un sistema ordinato ritmicamente - un organismo di calore - nel quale si genera calore, fluisce calore all'interno dell'organismo e viene rilasciato all’esterno attraverso la pelle. Ogni persona è capace di regolare individualmente il suo calore corporeo.

Di fronte a questo scenario, anche il concetto di "raffreddamento" acquisisce un senso più profondo e può essere trattato olisticamente.

I consigli generali qui indicati non costituiscono alcuna base per l'autodiagnosi o l’autotrattamento medico. Non possono sostituirsi a una visita medica.

Contenuti che potrebbero interessarle