Tipicamente WALA » Lavoro manuale e tecnologie all’avanguardia - Medicinali WALA
WALA Arzneimittel

Lavoro manuale e hightech

Da WALA entrambe le dimensioni sono presenti: mani esperte e impianti completamente automatizzati, sensibilità umane e tecniche d’analisi d’avanguardia, stivali di gomma da lavoro nel giardino e abbigliamento speciale nelle nostre camere bianche. Solo così possiamo dare valore all’essenza multistrato delle sostanze naturali e tradurle negli alti standard dei nostri medicamenti.

Lavoro manuale con sensibilità

Il lavoro manuale è cruciale quando poniamo a dimora le piantine nella fattoria Demeter, quando rimoviamo la malerba nel giardino botanico delle piante officinali coltivate in accordo alle linee guida Demeter e quando raccogliamo i capolini della calendula o dell’eufrasia selvatica. Anche nel laboratorio di WALA la raccolta del fresco viene mondata, pulita e triturata manualmente. Nella produzione di ciascuna delle tinture madri sono sempre le nostre mani che mescolano e rallentano la base portandola alla luce e al buio, al caldo e al fresco. E da WALA, anche il potenziamento viene sempre effettuato manualmente ovvero a forza di braccia.

Tecnologia a elevata precisione

E anche questo è un tipico tratto WALA: gli omogeneizzatori producono unguenti e creme, impianti speciali riempiono tubetti e bottiglie in vetro e nelle macchine a processo continuo i Globuli velati vengono finiti con ricopertura. Nel nostro nuovo laboratorio, i team di ricerca e sviluppo, controllo qualità e rilascio dei lotti sono dotati di apparecchiature tecniche che garantiscono ai nostri clienti una qualità del prodotto elevata e costante.

Armonia degli opposti

Il lavoro manuale tradizionale e la tecnologia moderna. Da WALA queste due condizioni hanno trovato l’integrazione sin da quando il Dr. Rudolf Hauschka effettuava esperimenti e metteva a punto il processo di produzione ritmica in base della polarità della vita, condizione che ci distingue ancora oggi. Hauschka stesso combinava in una stessa personalità il lavoro del chimico analitico e quello dell’osservatore, talvolta inconsueto, della natura.

Contenuti che potrebbero interessarle