WALA Arzneimittel
  • Rivista

Rivista e news

Medicina antroposofica, Salute del bambino

Salutari e benefici: impacchi e bendaggi per i bambini

Rimedi per uso esterno come ad esempio bendaggi e impacchi rivestono tutt’oggi un ruolo di grande importanza specialmente nella medicina antroposofica e sono impiegati dagli operatori nel settore assistenziale, fra l’altro, anche in istituzioni sanitarie. Anche i genitori possono tuttavia avvalersi di tali metodi, semplici e validi al contempo, per curare i propri figli. Gerda Zölle, consulente specializzata nel settore delle attività assistenziali presso WALA, illustra infatti: «Già applicare gli impacchi o avvolgere la zona interessata costituisce parte integrante della terapia e coadiuva la guarigione dei bambini. A ciò si aggiungono i principi attivi naturali come ad esempio la camomilla e il rosmarino. Nonostante alcuni rimedi, cito a titolo esplicativo il bendaggio a base di quark, siano freddi, mirano comunque a favorire la termoregolazione. Il calore è infatti un vero e proprio elisir di lunga vita tramite il quale l’organismo tenta di ritrovare un sano equilibrio a livello fisico, mentale e psicologico quando minacciato in modo unilaterale da fattori che mettono a rischio la salute.»

A tal fine è opportuno tener presente che per tutti i trattamenti esterni, mani e piedi devono essere caldi. In caso di dubbi, iniziate con un maniluvio o pediluvio. In alternativa, usate calzettoni o una borsa dell’acqua calda. Potete reperire la maggior parte dei sussidi direttamente a casa. Come panno è consigliabile utilizzare un canovaccio di cotone o di seta (in caso di cute molto sensibile), le cui dimensioni dipendono dall’altezza e dalla zona di applicazione. Spesso anche un fazzoletto di stoffa è adatto. Il panno assorbe i principi attivi sotto forma di olio, essenza o unguento. Nel caso degli impacchi, un panno intermedio funge da fonte di calore. Ideale a tal fine è avvolgere con il nuovo panno della lana di tosatura che non ha ancora perso il grasso naturale, ma si può ricorrere anche a vello di lana oppure ovatta. Per proteggere i capi indossati, quest’ultimo può essere riposto in un guanto da bagno. Inoltre, una borsa dell’acqua calda grande o due di piccole dimensioni sono importanti per riscaldare il panno imbevuto di sostanze agenti, mentre un sacchettino di plastica a uso alimentare è fondamentale per proteggere la borsa stessa. In linea generale per bendaggi e impacchi dovreste prediligere materiali di origine naturale come la lana, il cotone o la seta e non ricorrere a fibre sintetiche, al fine di evitare un surriscaldamento della zona.

E cosa consiglia l’esperta concretamente? In primo luogo l’impacco a base di cipolle in caso di dolori alle orecchie, un classico utilizzato da secoli. Tagliate una cipolla a pezzettini e adagiateli sul panno preriscaldato. Formate quindi un sacchettino e legate i lembi (in alternativa potete utilizzare anche una calza di cotone sottile). Riponete il sacchettino in una busta di plastica a uso alimentare e riscaldate il tutto appoggiandolo su una borsa dell’acqua calda. Una volta che il sacchettino è caldo, rimuovetelo dalla busta di plastica e fissatelo all’orecchio dolorante con l’aiuto di uno scialle o di una fascia per capelli. Lasciatelo agire mezz’ora.

Per alleviare il mal di gola, Gerda Zölle consiglia caldamente il bendaggio a base di limone. «Viene applicato da tiepido a fresco, motivo per cui non è necessario riscaldare il panno agente con la borsa dell’acqua calda come di consueto», spiega la specialista. In una ciotolina il canovaccio viene imbevuto di un’emulsione al limone da tiepida a fresca e a tal fine è necessario mescolare 1 cucchiaio di succo di limone con 2 di latte, oppure potete diluire il succo di mezzo limone bio in 500 ml d’acqua. Una volta strizzato il panno, adagiatelo sulla parte anteriore del collo tralasciando la zona delle vertebre cervicali e avvolgete il collo con uno scialle di lana. Lasciate poi agire il tutto per trenta minuti. Rimuovete quindi il panno umido e mantenete il collo caldo avvalendovi di uno scialle asciutto.

In caso di tosse, un impacco con balsamo bronchiale è ideale. Uno strato di balsamo dello spessore della lama di un coltello viene distribuito sul panno (per gli adulti avete bisogno di circa 20 cm di tessuto, mentre per i bambini sono sufficienti circa 10 cm). Questo viene poi riscaldato e posizionato al centro del torace, viene ricoperto con un panno intermedio e può agire tutto il tempo che desiderate. Questo trattamento è adatto per i bambini a partire dai 3 anni in su.